Prefazione del Cav. Danilo Francesco Guerini Rocco al volume sugli Ordini Cavallereschi del Chiarissimo Cavaliere Professore Alessio Varisco

Mi è sommamente gradito poter presentare il magnifico volume “Gli Ordini Cavallereschi Italiani. I sistemi premiali conferiti e riconosciuti della Repubblica” del Chiarissimo Cavaliere Professore Alessio Varisco, Docente e Direttore di Antropologia Arte Sacra, Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana, grande conoscitore degli Ordini Militari che per questo ha ricevuto preziosissime Onorificenze quali quella di Ufficiale dell’Ordine Cavalleresco pro Merito Melitensi – per volontà del Sovrano Consiglio del Sovrano Militare Ordine di Malta –, Cavaliere di Merito del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio, Accademico della Marina del Sacro Militare Ordine di Santo Stefano Papa e Martire oltre ad essere decorato della Pontificia Crux Aurea Signum Sacri Itineris Hierosolymitani conferita da Sua Paternità il 167° Custode di Terra Santa, insignito da Sua Beatitudine Reverendissima Mons. Fouad Twal Patriarca di Gerusalemme e Gran Priore dell’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme – della preziosa Patriarchali Sanctissimi Sepulchri Insigne ex Auro Benemerenti.

La passione per l’arte – è figlio d’arte, il nonno aderì al movimento futurista, fu alunno di Arturo Martini e Marino Marini all’Istituto Superiore delle Industrie Artistiche di Monza e all’Accademia di Belle Arti di Brera, la mamma pittrice espressionista – lo ha sempre spinto a ricercare Santi Cavalieri e i quattro Cavalieri di Apocalisse, lo hanno portato a riflettere sulle quattro “Sacre Milizie” e i loro simbolismi cromatici, presenti anche sulle croci poste sui mantelli: bianca dei Giovanniti, rossa dei Templari e Cavalieri del Santo Sepolcro di Gerusalemme, nera dei Teutonici e, in ultimo, verde dei Lazzariti.

La sua passione per gli Ordini Cavallereschi lo ha portato a tenere durante il Centocinquantesimo dall’Unita d’Italia numerose conferenze in tutta la penisola sul significato dei Sistemi Premiali. Come specifica egregiamente l’Autore, gli Ordini di Merito in Italia hanno favorito il costituirsi del processo di unificazione, così come diceva il primo Re d’Italia – dopo aver unificato il nostro bel Paese – «un mezzo sigaro e una decorazione non si negano a nessuno», e mi onoro di stilare questa breve prefazione quale Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana e Presidente della Sezione Provinciale di Varese dell’Unione Nazionale Cavalieri d’Italia.

La lucida ed avvincente ricerca del Prof. Varisco sugli Ordini Militari è nota. Lo abbiamo ascoltato in molte sedi, a Milano (anche presso la sede della Presidenza della Regione Lombardia in sala del Gonfalone in Palazzo Pirelli), in Brianza, in Toscana e in Piemonte. Egli è studioso di fama su questi apprezzabili argomenti, sull’etica cavalleresca, su prestigiosissimi Ordini Dinastici e di Collana. Da anni scrive della presenza di monaci in arme nel centro-nord Italia, ha pubblicato molte ricerche riguardanti il Sovrano Militare Ordine di Malta, il suo “constitutor”, il suo determinarsi nella storia, la protettrice – la Beatissima Vergine di Tutte le Grazie del Monte Phileremo – e persino sulla faleristica giovannita; il processo ai Pauperes Commilitones Christi Templique Salomonis – avvincente nel mare magnum della filmatografia, ma con scienza molto ben analizzato dall’Autore – nell’Alta Italia ad opera del Beato Rainaldo da Concorezzo – Arcivescovo di Ravenna – che prosciolse i Cavalieri del Tempio senza impiegare la tortura per estorcere loro le confessioni; i Cavalieri del Regno delle Due Sicilie – con prefazione di Sua Altezza Reale il Principe don Carlo di Borbone delle Due Sicilie, Duca di Castro e Gran Maestro degli Ordini Dinastici –. L’Autore ha ricevuto il riconoscimento dall’Istituzione dei Cavalieri di Santo Stefano e dall’Accademia dei Cavalieri di Santo Stefano un doveroso e meritato riconoscimento concesso da chi ha studiato con rigore scientifico la presenza degli Ordini toscani, tanto che anche Sua Altezza Imperiale e Reale Sigismondo d’Asburgo-Lorena, Granduca titolare di Toscana e Capo degli Ordini Dinastici granducali, gli ha introdotto la “Piccola enciclopedia degli Ordini Dinastici toscani”.

L’argomento di questa trattazione sono gli ordini cavallereschi italiani. Negli ultimi centocinquant’anni abbiamo assistito ad un progressivo unificarsi delle antiche decorazioni presenti negli stati italiani e perciò urge una riflessione. Grazie, dunque, al Prof. Varisco per aver affrontato un argomento che, potremmo dire “di nicchia”, e estremamente fascinoso e cosi evocatore di gloria. L’Autore ripercorre le fasi di costituzione dei sistemi primiali della Repubblica Italiana e quelli riconosciuti dal nostro Stato, tra cui quelli Pontifici – anche di subdelegazione e quello Sovrano – gli ordini preunitari – autorizzabili dal Ministero degli Affari Esteri –.

Desideriamo, inoltre, sottolineare che questa pubblicazione ripercorre la Storia della nostra identità Nazionale attraverso le varie Decorazioni che si sono susseguite con un proporzionato connubio di alternanze didascaliche, ampie note e citazioni, oltre alle tavole e soprattutto all’appendice cosiddetta normativa sempre utile a dare lustro alle Istituzioni Cavalleresche prese in esame.

L’urgenza di trasmettere ai giovani una “cultura del fare” e, soprattutto “del rispetto dei principi fondamentali della nostra Costituzione” che contraddistingue l’intera Opera del Prof. Varisco impegnato, peraltro, nell’insegnamento e nella divulgazione del sapere.

Successivamente al Centocinquantennale – un anno denso di celebrazioni, convegni e mostre – quest’ulteriore tassello colloca questo Volume tra le opere meritorie della Repubblica Italiana per la sua capacita di comunicare l’amore per i contenuti essenziali del nostro Stato, la logica cavalleresca che vi soggiace, il compito di mostrare l’importanza di quest’Etica, oggi ancor più utile, perché mostra il costituirsi di un nuovo Ordine di Merito nel palinsesto di quelli della Nostra Amata Repubblica.

I quattro Ordini di Merito, di cui due di derivazione diretta della Monarchia, vedono la trasformazione dell’Ordine della Stella della Solidarietà d’Italia in Ordine della Stella d’Italia che sostituisce il primigenio “sistema premiale” sorto proprio il 27 gennaio 1947, che ebbe Enrico de Nicola quale primo supremo Capo, successivamente modificato nel 1948 e, cambiate le insegne nel 2001, a partire dal 3 gennaio 2011 ha modificato il titolo ed aumentato a cinque classi – similmente agli altri in Cavaliere di Gran Croce d’Onore, Cavaliere di Gran Croce, Grand’Ufficiale, Commendatore, Ufficiale, Cavaliere – dalle tre che erano – Cavaliere, Commendatore, Grand’Ufficiale –.

Ci piace sottolineare che quest’opera vuole rimarcare una valida testimonianza, dei valori che contraddistinguono il nostro Paese e ne hanno fatto la gloriosa Nazione, che, nonostante la crisi che ci affligge, risulta essere un modello di civiltà indimenticata, seppure afflitta da molteplici contraddizioni. Riteniamo che queste ricerche debbano essere sempre più accolte e valorizzate, apprezzate e soprattutto sostenute dalle Istituzioni ed in ambito Accademico (le pubblicazione della collana “Domus Templi”, diretta dal Prof. Varisco, sono nelle Biblioteche Universitarie di Berkeley, Chicago, Jerusalem, Harvard, Oxford, Princeton, Sorbona di Parigi, Stanford, Toronto, Yale e Biblioteche Nazionali in Braidense, Chelliana, Laurenziana, Quirinale e Library of Congress di Washington), poiché meritano il giusto plauso e riteniamo debbano essere sempre più approfondite e studiate.

Possano queste pagine contribuire all’apprezzamento della Nostra Patria, della nostra Storia, del nostro glorioso passato che deve farci riflettere sulle aspettative del future. All’Autore esprimiamo tutto il nostro compiacimento, convinti che le scelte e l’indirizzo della sua ricerca possano continuare sulle orme della Cavalleria, e che questo Volume possa essere un faro nella notte dei valori e che giovi al Prof. Varisco il meritato riconoscimento in un pubblico sempre più vasto.

L’auspicio che l’Opera trovi la diffusione che merita ed il mio più vivo compiacimento,

Cav. Danilo Francesco Guerini Rocco,

Presidente dell’Unione Nazionale Cavalieri d’Italia – Sezione Provinciale di Varese

Lascia un commento

Accademia di ricerca
"Domus Templi"

Direzione scientifica:
Dott.ssa Chiara Benedetta Rita Varisco
Prof.ssa Teodolinda Varisco

Preside:
Mº Prof. Alessio Varisco

In evidenza

Titolo I Templari nell'Alta Lombardia
Autore Alessio Varisco
Pagine 384
Formato 16,5 x 24,0 cm
Legatura Brossura
ISBN 978-88-6433-802-6

Tutte le pubblicazioni

I Templari nell'Alta Lombardia